Login    Registrazione    lunedì 23 ottobre 2017      Cerca  

Richiedi la tessera di iscrizione alla Proloco di Cinigiano

C'è da vedere Stampa  

Una terra tra il mare e la montagna: così si individua la nostra terra lontana dal mare, che si può però ammirare in lontananza da molti punti, ma non è ancora montagna, una terra che alterna paesaggi ed atmosfere diverse , talvolta contraddittorie.
Possiamo veder avvicendarsi colline dal dolce declivio e la pianura su cui scorre pigro l’Ombrone , colline punteggiate di poderi , e si susseguono alternanze di colori dal biondo oro dei campi di grano, al verde scuro delle macchie di cerri e di lecci, al colore cangiante delle vigne all’argento misterioso degli ulivi.
Ed in lontananza si profila l ‘Amiata che tutto domina e sembra custodire. Ma conosciamo più da vicino questa terra iniziando dal paese capoluogo.
Cinigiano
Si stende sulla dorsale di una collina ed ha un aspetto diverso rispetto agli altri paesi collinari condizionato come è stato dal fenomeno delle frane causate dal terreno argilloso.
Di interesse sono la Chiesa di San Michele Arcangelo che sorse alla fine del Cinquecento e la chiesina di Santa Maria delle nevi che, eretta nel Quattrocento, presenta interessanti affreschi . Nella parte alta del paese sono ancora visibili i resti dell’antico cassero.
Sulle strade del centro si affacciano numerose cantine tradizionali che si aprono ai visitatori per la manifestazione di Calici di stelle in estate e per la Festa dell’uva in autunno.
Porrona
Le prime notizie di Porrona risalgono al 1206, epoca in cui dipendeva dalla Repubblica di Siena. Nel XV secolo la proprietà fu divisa tra i Tolomei e due rami della famiglia Piccolomini, i cui stemmi campeggiano sui lati della piazza.
All’interno della chiesa, dedicata a san Donato, alcune pregevole tele di scuola senese ed un capitello romanico erratico che sorregge il fonte battesimale, forse proveniente dalla pieve di Oppiano.
Monticello Amiata
Borgo che si staglia su un colle adagiandosi mollemente lungo i suoi declivi.
Molto suggestivo addentrarsi per le stradine e per la panoramica da cui si godono panorami di struggente bellezza.
La chiesa principale San Michele Arcangelo risale al XIX secolo; sorto in prossimità di una sorgente miracolosa si erge il Santuario della Madonna di Val di Prata .
Di grande interesse la Casa Museo piccolo museo etno-antropologico che conserva ambienti del quotidiano popolare di fine ottocento. Da qui partono alcuni sentieri didattici che si inoltrano nel verde della Riserva Naturale di Poggio all’Olmo.
Castiglioncello Bandini
Menzionato dal 1216 nelle carte che documentano le dispute di spartizione degli Aldobrandeschi, il castello è stato più volte rimaneggiato.
E’ stato proprietà della famiglia senese Bandini di cui faceva parte Sallustio, autore del discorso sulla Maremma di Siena. Da qui si godono panorami incredibili che spaziano su tutta la maremma ed oltre il mare. Porrona: circondata dalle mura che racchiudono il castello, la pieve ed alcune case, perpetua il fascino ambiguo di un borgo medievale.
Sasso d’Ombrone
Al centro del paese, che pare librarsi dallo sperono di un alto scoglio verso il fiume da cui prende il nome, si erge la chiesa di San Michele Arcangelo che conserva un crocifisso ligneo, scultura policroma di scuola senese databile alla prima metà del XV secolo.
Hanno interesse storico due siti particolari che sono raggiungibili attraverso un sentiero: il luogo in cui si trovava l’attracco della barca utilizzata per attraversare il fiume prima della costruzione del ponte e i resti della stabilimento per l’imbottigliamento dell’acqua minerale Monteverdi.
Un sentiero didattico accompagna verso il fiume per gustarne tutta la peculiarità in emozionanti visioni.
Poggi del Sasso
Si possono visitare l’Oratorio della Madonna del Carmine oltre che il monastero della comunità di Siloe.
Nella zona sorgono il castello medievale di Vicarello che mantiene, se pur rimaneggiato, la primitiva struttura: ora sede di un esclusivo agriturismo.
Nella zona si segnala il castello risalente al XVI secolo di Colle Massari e Montecucco dove è interessante visitare le belle cantine e la chiesa di san Pietro e Sant’Antonio.


Pro Loco Cinigiano
Pzz.le  Capitano Bruchi, 5 - 58044 Cinigiano GR
tel/fax 039 0564 994187  - P.IVA 01222730531
aplc.cinigiano@gmail.com

Home Da vedere Biblioteca
Copyright (c) 2000-2006    Dichiarazione per la Privacy